Un tour nel paese delle meraviglie: Mexico lindo!

Ciao gente!

Ritorno finalmente a scrivere sul blog dopo quasi 3 settimane!
Che bello, non vedevo l'ora di tornare e 'ritrovarvi' qui.
Come vi avevo anticipato, ho trascorso le mie vacanze/luna di miele in Messico, in particolare nello Yucatan.
Non riuscirò mai esprimere quanto questo viaggio sia stato bello, diverso e quanto mi abbia arricchito.
Sicuramente non abbiamo fatto un giro riposante e di mare ne abbiamo fatto molto poco (non proprio una necessità per Luca e me)... ma il viaggio è valso ogni euro, ogni alzataccia la mattina alle sei e i tutti i dolori alle gambe/ginocchia.

Son convinta di essermi tolta dal davanti degli occhi il velo del pregiudizio nei confronti di questo paese (e in generale dei paesi sudamericani... e lo dico da sudamericana!). Ti immagini un paese povero, pericoloso, dove non puoi mangiare frutta fresca o bere l'acqua del rubinetto perché ti prendi le malattie... un paese del terzo mondo...

Messico, Yucatan
Un'indigena che vende frecce


Ecco: io sono partita così. Impaurita, dubbiosa se portarmi o no la reflex (metti che me la rubano!) e con una scatola di medicinali anti-cagotto-selvaggio in valigia.

Non è successo niente di tutto questo. Assolutamente niente.
Sono rimasta sorpresa e affascinata dalla gente, dai luoghi, dalla cultura e dalla storia messicana. E la cosa migliore che il Messico mi ha donato è la voglia di conoscere meglio il paese dove sono nata e dove tornerò l'anno prossimo dopo 18 anni.

Messico, Yucatan
 Un mercato
Abbiamo girato in taxi, a piedi, abbiamo mangiato frutta cruda, bevuto acqua del rubinetto, mangiato per strada, abbiamo dormito nella giungla, visitato un cimitero super colorato, ucciso uno scorpioncino che era finito in camera, ho scalato 152 metri di monumento, non ho dato elemosine a nessuno ma ho comprato da persone orgogliose che vendevamo le loro creazioni, abbiamo preso un autobus e ci siamo persi, abbiamo mangiato i piccantissimi habaneros e ci siamo portati a casa una scorta di peperoncini! Tutto questo è stato il Messico: arricchimento e bellezza!

Massico, Yucatan
A seconda di come ti sei comportato da vivo, la tua tomba verrà dipinta di un colore rispetto ad un altro. Se hai la tomba viola, vuol dire che sei stato super-bad e che nessuno ti ha perdonato... (Usanza indigena)
Nei nostri giri abbiamo visitato la piramide di Chichén Itzá, una delle sette meraviglie del mondo. Ci spiegava la guida, che questa opera architettonica è stata eretta nella fase di declino della cultura maya... avete capito bene... declino...alla faccia!
E questo per dirci che la nostra visita sarebbe stata un crescendo di bellezza!

La nostra preparatissima guida, Hiparco, ci ha parlato di una nuova scienza, la archeoastronomia, che combina gli studio archeologici con quelli astronomici. Chichén Itzá è un bellissimo e super rappresentativo esempio di archeoastronomia, infatti, oltre ad essere un tempio religioso è anche un indicatore equinoziale.

Messico, Yucatan
 Chichén Itzá - Il ciccione in maglia menta non sono io. Ci tenevo a precisare...
Non posso negarvi di non essere rimasta affascinata dai livelli di studio raggiunti da questa civiltà. Fa davvero impressione che persone con mezzi meno avanzati dei nostri, siano riuscite a comprendere e a padroneggiare quello che li circondava. Non lo dico per dire 'noi che siamo più avanti'... ma immaginate se loro avessero avuto i mezzi che abbiamo oggi... chissà dove saremmo ora! [fine faccia (☆o☆)]
Messico, Yucatan
 Merida
Dopo aver visitato Chichén Itzá siano stati a Merida, dove abbiamo visitato Uxmal e in particolare la Piramide dell'Indovino e il Palazzo del Governatore (purtroppo la visita è stata breve... perché i custodi del sito dovevano andare a casa) e, infine, a Campeche.

Campeche è una bellissima città: racchiusa e fortificato con torri e muraglie, nasconde al suo interno  strade e case in stile coloniale con stupende facciate dipinte di colori diversi.

Messico, Yucatan
La bellissima Campeche
Non avevo mai visto una cosa del genere: case super colorate, opere d'arte per strada, auto all'interno dei salotti (avete capito bene!)... una meraviglia per gli occhi!
E lo è stata anche la pioggia torrenziale che abbiamo 'beccato'... in 10 minuti ha piovuto talmente tanto e talmente forte che la strada si è completamente allagata e l'acqua ha raggiunto almeno 15 cm!

Il tour è stato bellissimo, ma avevamo degli orari da caserma! Non ci siamo fermati molto in giro (e ne hanno risentito i regali!), infatti, dopo Campeche siamo partiti alla volta di Palenque, ai bordi della giungla tropicale.
Qui abbiamo visitato la tomba di Pakal e la tomba della Regina Rossa.

Messico, Yucatan
Un ragazzo indigeno a Palenque
Da Palenque ci siamo poi spostati verso Chicannà e in seguito a Calakmul.

Messico, Yucatan
 Calakmul
Calakmul è la Biosfera più grande del tutto Messico e il secondo polmone della terra. Il sito archeologico, dista circa 25 km dal Guatemala (dove si trova un altro sito importante: El Mirador) ed è stato scoperto da circa una decina di anni. Non vi dico la bellezza... tra l'altro, essendo un sito ancora 'giovane', era ancora ricoperto dalla vegetazione. 20 kg in meno e due taglie di reggiseno in più e mi sarei sentita come Lara Croft!

L'ultimo giorno, prima di tornare a Cancùn, abbiamo (finalmente!) fatto il bagno nella bellissima Laguna de los siete colores... vi lascio la foto... perché non ci crederete!

Messico, Yucatan
La Laguna de los Siete Colores
Messico, Yucatan
 La Laguna de los Siete Colores e un leone marino che mi somiglia...
Nonostante i giri e la stanchezza, niente mi ha fermato quando ho saputo che vicino al nostro hotel c'era un Walmart.
Se seguite le youtuber americane, saprete che Walmart una specie harem/tempio del feticcio per le amanti del makeup! Nei video (quelli del 'Mi trucco con 10 dollari') ho visto corridoi. Ripeto, C-O-R-R-I-D-O-I di roba per cui neanche la pioggia torrenziale mi ha fermata.

Purtroppo le mie aspettative sono state deluse. Il supermercato non aveva niente del super... era decisamente mini.
Nonostante ciò 3 cose le ho portate a casa: un fondo di Cover Girl (che amo/adoro), un eyeliner della Maybelline che in Italia non c'è e che avevo visto usare su yt e un pennello di EcoTools... bottino povero, che però ho rimpinzato a Milano... Ma di questo parlerò nel prossimo post!

Io intanto, vi consiglio il Messico come meta estiva per l'anno prossimo.

E voi come avete trascorso le vostre vacanze? Avete optato per mare, montagna o città?

Vi mando un bacione grande e vi lascio con una canzone interpretata da uno dei cantanti messicani che più amo: Pedrito Fernandez!

PEDRO FERNÁNDEZ - MEXICO LINDO Y QUERIDO


Jess

4 commenti:

  1. *.* mamma mia!!! Ho sempre desiderato visitare il Messico e il Perù per seguire le tracce delle civiltà precolombiane... tu non hai fatto che alimentare questo desiderio!
    Ma, una curiosità: la cucina messicana è più o meno come quella che trovi qui in giro, oppure come sempre lì è millemila volte più buona? Te lo chiedo da appassionata :)
    Foto stupende!

    RispondiElimina
  2. Anch'io sono stata in viaggio di nozze in Messico e mi è rimasto nel cuore! ben tornata
    Ciao Manu

    RispondiElimina
  3. Ciao Selli! Che bello sapere che queste culture piacciono anche a te!
    Essendo stati al sud, abbiamo mangiato la cucina di quella regione, Yucateca.
    Devo dire che è molto diversa da quella che si mangia qui in Italia (intendo le cose alla tex-mex). C'erano burritos, i tacos, il guacamole ma erano comunque più leggere di quelle che si mangiano qui. Le materie prima sono ottime ma la cucina non mi ha fatto impazzire. Se sei appassionata di piccante trovi delle cose buone ma non è così piccante come al nord.
    Il top sono le zuppe (quella al cedro è meravigliosa), ne hanno una gran varietà. Grazie per seguirmi sempre! Sarebbe bello vederci magari anche con altre blogger!

    RispondiElimina
  4. Ciao Manu! Beh allora sai bene quanto bello sia questo Paese! Grazie tante :) Un bacione, Jess

    RispondiElimina

Ricevere commenti è sempre bello... per cui vi ringrazio!
Evitate, però, il follow4follow o di scrivere commenti o link per farvi seguire. Inoltre tutti i commenti offensivi (a me o ad altri) verranno rimossi.
Rispettate il mio spazio così come io rispetto il vostro. Grazie :)