My 10 Step Korean Skincare Routine

MY 10 Step Korean Skincare

Essere un'amante del make up non mi ha resa automaticamente fan accanita dello skincare. Lo ammetto.
Ci ho messo molto a capire quanto detergenza ed idratazione facciano la differenza sulla salute dell'epidermide e quanto influenzino le performance dei prodotti beauty che usiamo.

Oltre la 'filosofia', il motivo più immediato è che fra una settimana compio trent'anni ed incomincio ad avere il pepe al culo per limitare il fattore rughe. Della serie: "Salviamo tutto il salvabile ORA".
Quando si parla di skincare non ci si può non rivolgere all'Asia. Tra i mille video e articoli cercati sul web, sono rimasta colpita dalla korean skincare: una routine dai molti step che promette di preservare la gioventù e la salute della pelle senza bisogno di riti voodoo.

Per molti step intendo anche 27 (!) ma visto che fino a non molto ignoravo a cosa servisse il tonico direi che 10 passaggi sono più che sufficienti! 
L'idea di base è quella del layering: sulla pelle vengono applicati diversi strati di trattamento che mirano, ognuno, ad apportare uno specifico beneficio alla cute. In pratica ogni passaggio prepara la pelle al ricevimento del prodotto successivo. La pelle, così ricettiva, si nutre più in profondità.

Quest'immagine trovata di Pinterest mi è stata di grande aiuto: illustra in modo semplice e immediato il rituale da seguire. Spero possa servirvi da guida!
Source

Ma non perdiamo altro tempo... anche perché il post sarà un pelo lungo! Quindi, bando alle ciance ed ecco a voi la mia Korean skincare in 10 passaggi.

Step 1: STRUCCAGGIO
Dopo essermi rivolta per anni ai bifasici (e alle salviette, sono un'animale... confesso!), ho deciso di passare all'unica cosa che toglie chili di trucco senza sbatty: l'olio. 
Il mio evergreen è l'Olio di Mandorle Dolci di Floralia: bastano poche gocce per dire hasta la vista al vostro makeup. Parto dalle ciglia, oleandole per benino, e poi passo al viso e al collo che ripulisco con del cotone. Di seguito, per eliminare tutti i residui, massaggio il Gel Micellare Struccante di Sephora che rimuovo, poi, con il panno struccante di Pupa inumidito. 

Se non avete l'olio di mandorle, vi consiglio di provare l'olio di cocco: è ottimo per struccarsi e fa miracoli anche sui capelli.

Skincare routine with Gelee Micellaire Demaquillante di Sephora e Olio di Mandorle dolci Floralia

Step 2-3: DETERGENZA ED ESFOLIAZIONE
Siamo sul basic e qui ancora ci arrivavo...
L'Hydra Basic Gel Detergente Rinfrescante di Clinians e la spugnetta in silicone Alma K sono la mia combo vincente: l'azione pulente del primo sommato alla delicata esfoliazione della spugnetta lasciano la mia pelle morbida e luminosa. Adoro!

Quando 'navigo in cattive acque' (grigiore, brufolame vario, etc) alterno l'Hydra Basic al Daily Treatment Cleanser Mud To Foam di Glamglow. La sua potente formula tuttofare riesce a stappare anche i pori più arcigni... se non fosse che il mio viso ha anche delle zone secche, l'userei sempre!

Esfoliando ogni giorno, usare lo scrub una volta alla settimana è più che sufficiente. Lo Scrub Istantaneo Rigenerante ai Frutti Rossi di Herbalife Skin è il mio maipiùsenza!

Rituale coreano cura delle pelle: detersione con Hydra Basic Gel detergente di Clinians, Daily Treatment Cleanser mud to foam di Glamglow ed esfoliazione con  Scrub instantaneo ai frutti rossi di Herbalife Skin

Step 4: TONICO
Nella mia testa il tonico è passato da "prodotto inutile" a "compriamone un terzo". La coerenza.
Step essenziale della skincare, ripristina il ph del derma dopo la detersione. Quindi, non saltatelo!
L'Acqua di Rose, che applico mattina e sera, sta facendo miracoli sulla mia carnagione grazie alle sue proprietà lenitive, cicatrizzanti e rinfrescanti. 

Non contenta, dopo, spruzzo anche la Lozione Tonica Viso all'Olio di Argan Alfaidrossiacidi dei Fiori di Erboristica di Athena's. Ultra delicato e senza alcool, è composto da una mix di estratti vegetali che illuminano e ravvivano la pelle. Inoltre ha un profumo meraviglioso che adoro sentirmi addosso! Spero di poter provare altri prodotti di questo brand perché mi ha davvero incuriosita.

Skincare asiatica con lozione tonica viso all'olio di argan alfaidrossiacidi dei fiori di Erboristica di Athena's dal 1969

Step 5-6-7: ESSENCE, SIERI E MASCHERE
Ho sempre considerato il siero un prodotto da... vecchia! Vittorio ha ragione ma il buono è che per l'ignoranza c'è sempre cura :D


I sieri, grazie alla loro formula super concentrata, sono una bomba di benessere per la cute. Rispetto alla crema idratante, riescono a penetrare più in profondità portando con sé una maggiore concentrazione di ingredienti attivi.  

L'Energy Fusion Radiance Enhancing Face Serum di Kiko lo applico tutti i giorni, mattina e sera. Non è affatto male: ha una formula leggera che illumina da subito la mia carnagione. Non ci avrei scommesso molto... invece! In questi giorni sto usando anche il Luminizing Booster alla Vitamina C di Sephora e, finora, mi ci sto trovando benissimo. 

Lo step 7 prevede l'uso della Maschera in tessuto: ovviamente è impensabile la mattina. 
Io preferisco farla la sera mentre guardo Netflix, così mi rilasso. Finite quelle portate dalla Cina, ho ripreso con quelle di Sephora che, per me, rimangono il top!

Come avrete notato ho saltato lo step 5: l'Essence.
L'Essenza è il feticcio delle ragazze orientali. A metà strada tra una lozione e un siero è pensato per idratare la pelle e stimolare il turnover cellulare. 
Amatissimo in Asia, solo ora sta prendendo piede negli States. Mi sa che qui lo vedremo tra un po'!

Step 8-9-10: IDRATAZIONE CONTORNO OCCHI, VISO E PROTEZIONE SOLARE 
Prima di tutto, penso al contorno occhi. La mattina uso il Pep-Star di Clinique: illumina, idrata e sgonfia le borse. Il tutto in pochi minuti.
La sera, invece, vado di Eye Cream Pomegranate di Cien che uso per non dire di aver sprecato soldi. La zona è più o meno idratata ma a parte quello, non vedo altri risultati.

La zona perioculare è molto delicata per cui usate sempre l'anulare nella stesura dei prodotti: essendo il dito meno forte, fa meno pressione su questo sottile strato di epidermide.
Dopo che la crema occhi si è assorbita, passo all'idratazione del viso.

Idratazione contorno occhi con Pep-Start Eye cream di Clinique e Eye Cream Pomegranate di Cien Nature Lidl

Tutte le pelli vanno idratate anche quelle grassissime: applicare il trucco sulla cute non preparata vuol dire ritrovarvi lucide in poche ore. È così che la pelle si auto-protegge.

Giorno
La Crema Idratante Pure & Natural di Nivea e la Pep-Start Hydroblur Moisturizer di Clinique sono le mie preferite del momento.
La crema di Nivea, composta per il 95% da ingredienti naturali, ha una formula delicata e di facile assorbimento che lascia la cute ben idratata e morbida.
La Hydroblur di Clinique, invece, oltre ad essere idratante è anche makeup-friendly: il suo effetto opacizzante che minimizza i pori, crea la tela perfetta per l'applicazione del trucco.

Last but not least, la protezione solare. Sembra troppo ma sappiate che ne vale la pena: vi proteggerà dai raggi UVA/UVB che provocano rughe, invecchiamento precoce e macchie solari.
Quella che preferisco è di Kiehl's ma l'ho finita e non ricordo più come si chiama! Per ora uso la Crema Solare Viso Sublime Sun Cellular Protection con Spf 30 di L'Oréal Paris che non è per niente male. Sigilla tutti i prodotti applicati prima, non è pesante e non crea problemi al mio fondo.

Sera
La sera lo step dell'idratazione è più semplice con la Miracle Sleeping Cream di Garnier: la mattina la pelle è rimpolpata, vellutata ed idratata. Che altro chiedere?
Quando sento il bisogno di un boost di idratazione vado di Olio di Mandorle che con le sue proprietà nutrienti ed elasticizzanti riporta in vita la mia faccia tonda tonda.
È perfetto ed efficace anche sulle pelli delicate che soffrono il freddo: le ripara e mantiene idratate.

Korean skincare idratazione viso con Energy Fusion Serum di Kiko, Miracle Sleeping di Garnier, Pep-Star Hydroblur di Clinique e Pure&Natural Crema Idratante di Nivea

Risultati
La mia carnagione è più luminosa, la grana della pelle è migliorata così come il fattore pori. Dovete sapere (basta ingrandire le mie foto!) che i miei pori sono più che altro dei buchi: con questo regime sono migliorati in modo quasi inquietante. Sono più piccoli e si notano ancora meno dopo il trucco. Inoltre le macchie si sono schiarite (penso merito dell'Acqua di Rose) e ho molti meno brufoli, anche nel periodo pre-ciclo.
Per qualcuna di voi sarà ovvio ma bere tanto aiuta un sacco: io sono perennemente assetata per cui due litri al giorno me li faccio fuori. E si, sono anche una pisciona.

Se volete un'introduzione semplice al mondo della beauty-care giapponese vi consiglio il libro "Sette Riti di Bellezza Giapponese: il Metodo per una pelle perfetta e capelli di seta" di Elodie-Joy Jaubert (costa 13 euro ed è edito da Sonzogno). Troverete spiegato il layering e il rituale di skincare giapponese, oltre a ricette, massaggi e un'interessantissima sezione dedicata alla cura dei capelli.

Lo so post lunghissimo e possibilmente passerò per pazza, ma se in qualcosa vi può essere utile, sarò felice!

Com'è composta la vostra skincare, conoscevate quella Coreana? 
Quali sono i vostri prodotti del cuore?

Un bacione,



5 commenti:

  1. Avevo già sentito parlare della skincare coreana e dei suoi vari passaggi, è molto in voga in questo periodo. Ma le asiatiche sono tipo mille volte più costanti di noi in queste cose, non so per quanto resisterà in occidente. Molto interessante il libro, quasi quasi...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ovviamente loro ne fanno una malattia! In Cina ho visto cose... che non ci crederai! 43 anni e donne bardate dalla testa ai piedi con guanti e veli per evitare di prendere sole... creepy! Il libro merita un sacco!

      Elimina
  2. Non vedo l'ora di iniziare con la korean beauty routine!
    I prodotti della Clinique che hai citato mi piacerebbe provarli:)

    Nothing but Chrissi | Instagram

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provaci, vedrai che la pelle ti ringrazierà!
      I prodotti di clinique sono meravigliosi, tra l'altro questa è una linea pensata per le giovani per cui i prezzi sono più democratici!

      Elimina
  3. Scrub e maschera argilla e manta. I migliori prodotti della linea HerbalifeSKIN a mio avviso. Pelle fresca, pulita, luminosa. E prezzi accessibili.

    RispondiElimina

Ricevere commenti è sempre bello... per cui vi ringrazio!
Evitate, però, il follow4follow o di scrivere commenti o link per farvi seguire. Inoltre tutti i commenti offensivi (a me o ad altri) verranno rimossi.
Rispettate il mio spazio così come io rispetto il vostro. Grazie :)