Review: Alchemist Holographic Palette di Kat Von D Beauty

alchemist kat von d palette review, recensione, comparazioni, swatch

L'Alchemist Holographic Palette di Kat Von D Beauty è una delle mie preferite di sempre ecco perché, dopo mesi d'amore, non potevo non dedicarle una recensione.
Non è una palette perfetta (è un pelo polverosa!) ma è talmente bella e trasversale... che non si può fare a meno di amarla!
La cosa bella è che mi risveglia ricordi adolescenziali. Infatti, assomiglia molto ad un vecchissimo quad di Collistar che mi aveva regalato Madre quando ho cominciato ad avere il pallino del trucco (visto... è colpa tua!).

Tra l'altro mi ricordo che in presenza della genitrice usavo i colori senza base perché risultavano più discreti.... arrivata a scuola, però, rimettevo tutto su una bella base nera. Ovviamente abbinato ad un rossetto bordeaux.... eh, wild e classy tenuto conto che avevo i capelli fucsia e andavo in giro vestita di nero con le catene della bici appese ai pantaloni. Una visione, insomma.
Ma non perdiamo tempo e passiamo alla review dell'Alchemist Holographic Palette di Kat Von D Beauty!

IL PRODOTTO
Alchemist Holographic Palette è uno dei prodotti più voluti da Kat tant'è che ci ha messo ben 7 anni per crearla.
Ispirata all'antica scienza dell'alchimia, l'arte di trasformare materiali naturali in preziosi elisir (leggete Harry Potter e la Pietra Filosofale per approfondimenti), questa palette è un prodotto ibrido che può essere usato come illuminante, top coat e strega-cambia-colore (a seconda della base usata, l'ombretto cambia) ed è perfetta per creare finish e colori custom.
Le nuance prismatiche della Alchemist sono state formulate con una particolare tecnologia, la Double Dimension, che rende le perle dell'ombretto riflettenti a 360° e, che immerse in un rivestimento prismatico, rendono le colorazioni diverse, ogni volta, a seconda della luce che le colpisce. Dovete solo provarle come più vi piace!
Disponibile da Sephora, ha un prezzo di 35 euro e ogni cialda contiene 1,53g di prodotto. Il pao, invece, è di 12 mesi.
Le nuance presenti sono 4:
  • {green} emerald: verde lime che trasformato diventa verde esmeraldo con riflessi lime/oro
  • {blue} saphyre: azzurro chiaro con riflessi blu/azzurri. Con base nera: blu pavone con riflessi ottanio
  • {ultra-violet} amethyst: lavanda con riflessi blu. Con base nera diventa a tutti gli effetti ultra-violet con una riflesso bluastro e qualche accenno di rosa. Sembra quasi blueberry.
  • {pink} opal: rosa malva madreperla. Su base nera diventa molto complesso e assume sfumature rosate/violacee e grigie.
swatch alchemist kat von d, senza base, comparazioni, recensione, review

swatch alchemist kat von d, base nera, black base, eye paint 302 l'oreal, comparazioni, recensione, review

LA MIA ESPERIENZA
L'Alchemist è stato un acquisto di pancia e di cuore. Appena l'ho vista in negozio, ho dovuto prenderla. Non sono solo stati i colori a conquistarmi ma anche il pack e il concept. Ho una concezione e un approccio del makeup molto giocoso e l'idea di un prodotto che mi consente di trasformare, sperimentare e cambiare, mi ha affascinato da subito.
Nonostante mi piaccia in tutto e per tutto, Green Emerald e Pink Opal hanno il difetto di essere un pelo polverose. Non è un problema sul viso, il fall-out non è importante, ma tendono a sporcare la superficie del pack. Prelevati, poi, hanno risultano meno omogenee (leggermente gessosa) di Amethyst e Saphyre che prelevate si estendono perfettamente.
Credo, però che dipenda dalla formula particolare che questo prodotto ha. La base di ogni ombretto, infatti, è bianca e leggermente gessosa.

alchemist holographic palette kat von d close up pack, comparazioni, recensione, review

OCCHI
La pigmentazione con base neutra e senza base è molto buona. Non si tratta di un ombretto classico, per cui è un po' difficile giudicarlo. I giochi di sfumature sono senz'altro presenti e si susseguono a seconda di come vi esponete alla luce. Sfumature che diventano molto più importanti e complesse se usate una base nera o scura. Nonostante rendano benissimo anche da soli, è il loro uso come topcoat che preferisco perché porta qualsiasi colore base su un altro livello.

  • Sulle basi cremose si lavora bene ma vi consiglio l'applicazione con le dita per permettere una miglior blending tra colore e formula cremosa. 
  • Sugli ombretti opachi l'effetto è stupefacente e le possibilità di creare una nuance 'propria' è infinita.  L'applicazione con pennello è più intensa mentre con le dita un po' meno ma mi sembra più sfumata. Trovo ci sia un ottimo blending tra le due formule. 
  • Non ho amato moltissimo, anche se rimane comunque interessante, la sovrapposizione agli ombretti metallici/shimmer/brights perché avendo gli ombretti dell'Alchemist una base bianca/gessosa, nei giochi di luce, l'ombretto base risulta schiarito e leggermente sbiancato. I riflessi li vedrete comunque ma l'idea che se mi giro si vede una macchietta di bianco, mi scoccia un pelino. Niente di sconvolgente, ovvio, ma mi sembrava giusto dirvelo. Con un pennello bagnato l'effetto è minore ma si continuare a notare la base bianca degli ombretti.
VISO
Come illuminanti sono la vita. Li adoro tutti e quattro. Sul trucco finito, li applico sug zigomi (vanno bene tutti) e punta del naso (solo Pink Opal per me) con la Setting Brush di Real Techniques. Bagnati sono ancora meglio. L'effetto è esagerato e decisamente wow!

highlighter, illuminante, viso, alchemist, kat von d, green, blue, pink, ultra-violet highlight, recensione, review

LABBRA
Mi piacciono molto su rossetti liquidi opachi anche se, sappiatelo, tenderà a seccare ulteriormente le labbra. Un paio di ore mi è durato ma stavo mangiuncchiando... strano. La trasformazione del colore rimane ma si toglie il velo cromato/prismatico in superficie. Anche sui rossetti cremosi non male e, forse, l'accoppiata è migliore perché la formula del lipstick consentirà alla polvere di aggrapparsi e fondersi con la base. Non mi ha fatto impazzire, invece, l'applicazione sul gloss: diventa una specie di pappetta che per un servizio fotografico è fighissimo ma per la vita dei comuni mortali non tanto.
Sui rossetti metallizzati (liquidi e cremosi) l'effetto è bellissimo: l'ho provato su Moulin Rouge di Nabla e Pure Society di Nyx e sono rimasta a bocca aperta! Anche in questo caso, però, sentirete un po' di secchezza. Immagino sia dovuto alla formula metallizzata dei rossetti che non è tra le più idratanti del mondo.
Più i colori base sono particolari (blu, viola, arancio, nero) più l'effetto finale sarà particolare e bello. In generale, essendo un prodotto illuminante, le linee sulle labbra saranno più visibili in quanto tende a metterle in rilievo. È una questione di luci e ombre.

review, recensione, lip art alchemist holographic, moulin rouge nabla pure society nyx professional makeup, underground nabla, echo kat von d beauty

VI CONSIGLIO QUESTO PRODOTTO?
Si, è un must-have non solo per le amanti dei makeup particolari ma anche per chi ha voglia di sperimentare e giocare con il makeup.
La polverosità c'è così come un pelino di fall-out ma non è niente di drammatico. Rimarrete sorprese e soddisfate dall'effetto finale.
Vi lascio, infine, alcune comparazioni con altri ombretti così potete controllare se avete già qualcosa di simile!

green emerald alchemist holographic, peyote, neve cosmetics, comparazione

blue saphyre, alchemist kat von d,glaciazione, neve cosmetics, luminous powder, film maquillage, comparazione

comparazione, ultra violet amethyst, kat von d, opal sky, mud, makeup designory

pink opal, alchemist kat von d, madreperla, nabla cosmetics, comparazione

Cerco sempre di non dilungarmi 
ma sento il bisogno di dirvi tutto!
Spero, come sempre, che la review vi sia utile|
Qualcuna di voi ha provato l'Alchemist? 
Vi piace oppure è troppo particolare per i vostri gusti?
Fatemi sapere! 
Un bacione,
Jess

2 commenti:

  1. Che figata😍
    Già il packaging triangolare mi fa impazzire.
    Possiamo parlare di quanto siano belli su base nera e soprattutto sui rossetti metallizzati? Ogni volta che entro da Sephora la fisso per dieci minuti abbondanti. Mi sa che prima o poi cederó!

    RispondiElimina

Ricevere commenti è sempre bello... per cui vi ringrazio!
Evitate, però, il follow4follow o di scrivere commenti o link per farvi seguire. Inoltre tutti i commenti offensivi (a me o ad altri) verranno rimossi.
Rispettate il mio spazio così come io rispetto il vostro. Grazie :)